ACCEDI AL SITO


Per accedere a questi contenuti è necessario eseguire il login con i dati di accesso personali. Se non li possiedi, premi sul pulsante “Registrati” riportato qui sotto. Attenzione, se sei già registrato sui servizi online di AccMed (www, FAD, KeyTrials, etc.) puoi utilizzare i dati di accesso relativi.

News dalla letteratura

Alla luce dei risultati molto promettenti emersi dallo studio clinico ELARA, a marzo 2022 l’EMA (European Medicines Agency) ha dato l’approvazione per l’utilizzo di tisagenlecleucel (Tisa-cel) nel trattamento dei pazienti con linfoma follicolare (FCL) recidivato o refrattario a 2 o più linee di terapia.

Lo studio ELARA è uno studio internazionale multicentrico di fase 2 che ha analizzato l’efficacia e la tollerabilità di Tisa-cel in 97 pazienti affetti da FCL recidivati entro 6 mesi dall’ultima linea di terapia (anticorpo monoclonale anti CD20 + agente alchilante) o dopo il trapianto autologo.

Il numero mediano di linee precedenti è stato 4 (range, 2-13), il 36% è stato precedentemente sottoposto a trapianto autologo e il 77% è risultato refrattario all’ultima linea di terapia. Il 43% ha eseguito terapia bridge fra la linfocitoaferesi e l’infusione delle CAR-T. Il tasso di risposta completa è stato del 65,4% nella popolazione intent-to-treat (ITT) e 71,1% nella popolazione pre-protocol (PP). Il tasso di overall response (OR) è stato di 82,7% nella popolazione ITT e del 84,8% nella popolazione PP.

Il tempo mediano di risposta, la PFS mediana e la OS mediana non sono raggiunte. Il 69% dei pazienti ha sviluppato eventi avversi di grado ≥3 (più frequentemente neutropenia). Il 48% dei pazienti ha avuto CRS (Gr. 1, 29%; Gr. 2, 20%; Gr. ≥3, 0%; per Lee scale). Complessivamente, la neurotossicità di tutti i gradi si è verificata nel 10% dei pazienti, mentre quella di grado ≥3 nel 2%. Nessun paziente è deceduto per cause legate al trattamento con Tisa-cel.